uova-aumentano-il-colesterolo

Le Uova aumentano il Colesterolo?

Le uova fanno bene o no?

Le uova fanno bene o no? Negli anni ’70 si consigliava al pubblico di evitare le uova perché erano legate al colesterolo alto nel sangue . La stampa negativa sulle uova è continuata negli anni ’80, quando le uova crude sono state collegate all’avvelenamento da salmonella .

Il messaggio è cambiato nel 1999 quando numerosi studi , non hanno trovato alcun legame tra il consumo di uova e il rischio di malattie cardiovascolari, tranne forse nelle persone con diabete di tipo 2. Questa mancanza di relazione tra consumo di uova e malattie cardiovascolari è stata riaffermata nel 2013 in un’analisi di 17 rapporti di studi che hanno coinvolto oltre 3 milioni di partecipanti, riabilitando le uova come parte di una dieta sana.

Le uova hanno fatto notizia anche nel 2018, quando un rapporto dalla Cina su mezzo milione di persone ha evidenziato una minore incidenza di malattie cardiovascolari (principalmente ictus emorragico) nelle persone che mangiavano regolarmente uova, per ragioni che rimangono incerte ma potrebbero essere dovute al loro contribu proteico, come suggerito da precedenti studi in Giappone , che ha una delle più alte assunzioni di uova al mondo.

Il ruolo del Colesterolo

Il consumo medio di uova nella maggior parte dei paesi è di circa tre o quattro uova a settimana. Un uovo di medie dimensioni fornisce 226 mg di colesterolo e l’assunzione media di colesterolo varia in genere tra 200-250 mg al giorno.

È facile essere confusi da un alto livello di colesterolo nel sangue, che aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e dalla sua relazione con il colesterolo alimentare, che è fornito principalmente dalle uova. I livelli di colesterolo nel sangue molto alti sono generalmente ereditari o causati dalla mancanza di alcuni ormoni (come l’ormone tiroideo). La dieta favorisce un moderato aumento del colesterolo nel sangue solamente per il 20% del totale.

Non tutti hanno lo stesso rischio

Ereditare una variante del gene APOE chiamato e4 rende molto più sensibili al colesterolo alimentare rispetto a chi porta il più comune allele e3. Possono mostrare un aumento del 10% del colesterolo LDL con il colesterolo alimentare apportato dalle uova.

C’è anche variabilità sulla quantità di colesterolo assorbita, la maggior parte del colesterolo nell’intestino tenue deriva dalla bile secreta dal fegato piuttosto che dalle uova. Gli steroli vegetali , che vengono aggiunti ad alcuni alimenti, come le bevande allo yogurt e la margarina, bloccano l’assorbimento del colesterolo e abbassano il colesterolo LDL fino al 10%. Quindi anche le persone che portano l’allele e4 possono mangiare uova senza aumentare il loro colesterolo LDL se consumano steroli vegetali nello stesso pasto.

La dieta occidentale contiene grandi quantità di carne e uova e sembra probabile che un’elevata assunzione di colesterolo (circa 600 mg al giorno, pari a due o tre uova al giorno) si aggiunga al rischio di malattie cardiovascolari, in particolare nelle persone con diabete di tipo 2.

Ci sono anche buone ragioni per mettere in guardia i giovani sui rischi di seguire la moda delle diete ad alto contenuto proteico che possono includere il consumo di più uova al giorno. In caso contrario, mangiare le uova con moderazione (da tre a quattro uova a settimana) contribuisce in modo utile all’assunzione di nutrienti ed è consigliato all’interno di una dieta bilanciata.

Il miglior integratore per abbassare il colesterolo

L’olio di pesce è una fonte alimentare di acidi grassi omega-3. Il tuo corpo ha bisogno di acidi grassi omega-3 per molte funzioni, dall’attività muscolare alla crescita cellulare.Gli acidi grassi omega-3 sono derivati ​​dal cibo. Non possono essere prodotti dal corpo. L’olio di pesce contiene omega-3 chiamati acido docosaesaenoico (DHA) e acido eicosapentaenoico (EPA). Le fonti alimentari di DHA ed EPA sono il pesce grasso, come il salmone, lo sgombro e la trota, e i crostacei, come le cozze, le ostriche e i granchi. Alcune noci, semi e oli vegetali contengono un altro omega-3 chiamato acido alfa-linolenico (ALA). Gli integratori di olio di pesce sono disponibili in forma liquida, in capsule e in pillole.

Esistono prove evidenti che gli acidi grassi omega-3 possono ridurre significativamente i livelli di trigliceridi nel sangue, migliorando i livelli di colesterolo delle lipoproteine ​​ad alta densità (HDL, o “buono”).

Gli integratori di Omega-3 sono sicuri?

Se assunti come raccomandato, gli integratori di olio di pesce sono generalmente considerati sicuri. Tuttavia, gli integratori di olio di pesce possono causare lievi effetti collaterali, tra cui:

  • Un retrogusto di pesce
  • Alito cattivo
  • Bruciore di stomaco, nausea o diarrea
  • Eruzione cutanea

L’assunzione di alte dosi di integratori di olio di pesce potrebbe aumentare il rischio di sanguinamento e possibilmente aumentare il rischio di ictus. (fonte: MayoClinic.org)

Quali integratori acquistare?

Quando si sceglie un prodotto alimentare, un integratore o qualunque sostanza che interagisca con la salute e il nostro corpo, bisognerebbe prestare molta attenzione e non focalizzarsi solo sul costo del prodotto. Di conseguenza, anche se appare scontato andrebbe trovato il giusto rapporto qualità-prezzo. Di seguito vi elenchiamo i migliori integratori di Omega-3 selezionati dallo staff di Nutrizione360.it.

Integratore Omega-3 alta qualità 200 cpr.

Integratore Omega-3 scorta 1 anno 400 cpr.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.